Benvenuti nel portale istituzionale

Creato 25 Gennaio 2012
Visite: 337
lanzadaQuesto portale permetterà di conoscere la struttura politica, le notizie, i servizi amministrativi, le attività turistiche, culturali e ricreative del nostro paese; inoltre sarà possibile avere notizie storiche e vedere le fotografie e le immagini che caratterizzano il nostro territorio
. Nei vari link sarà possibile trovare le risposte a molte curiosità, si potrà interagire con l'Amministrazione e gli Uffici comunali.
E affinchè il sito possa rappresentare uno strumento utile per avvicinare sempre più la popolazione alle attività amministrative saranno presto disponibili alcuni servizi anche attraverso il collegamento alle proprie Banche Dati.

 
 

giunta16

Creato 09 Febbraio 2016
Visite: 3

La Giunta comunale ha deliberato di approvare le modalità operative per la concessione di contributi a sostegno delle famiglie per l'anno 2016, nei quali sono previsti interventi per sostenere il reddito della famiglie con nuovi nati (Bonus bebè) e i nuovi nuclei familiari (Sostegno ai nuovi nuclei familiari).

La Giunta comunale ha stabilito le condizioni per l'alienazione dell'immobile identificato al catasto al Fg. 25-mapp. 1626-sub. 1 ubicato in via Palù ((ex magazzino comunale), accessibile dalla diramazione stradale che conduce alla centrale Enel.

La Giunta comunale ha deliberato di approvare lo schema di protocollo d'intesa con il comune di Spriana per la realizzazione di un impianto idroelettrico sul canale di scarico del depuratore della Valmalenco.


 

 

Sostegno alle prime necessità

Creato 03 Febbraio 2016
Visite: 5

Sostegno alle prime necessità delle famiglie
PROGETTO +++PiùSegniPositivi

Il progetto “+++ Più Segni Positivi” è una nuova proposta di welfare collaborativo che vede coinvolte diverse organizzazioni del mandamento di Sondrio. Un progetto che mette in rete 22 Comuni, associazioni e privato sociale del territorio che condividono una visione di lavoro sinergico.

Da rete a nodi. La crisi economico-finanziaria e sociale che si sta attraversando ha fortemente incrementato i bisogni di sostegno alle prime necessità delle famiglie anche nel nostro territorio, storicamente contraddistinto da comunità coese e solidali. La mancanza di reti sociali, radicate sul e nel territorio, è la prima povertà da combattere.
Fare “massa positiva” e incrociare le pratiche di sostegno sono le due prospettive che trovano la convergenza di tutti i soggetti coinvolti; ma anche i singoli, ogni cittadino, è chiamato dal
progetto ad essere uno dei + che possono fare la differenza nel bilanciamento degli impatti
della crisi.

Da meno a più. Circolarità e generosità. Concretamente, le azioni che il progetto intende avviare sul territorio valtellinese sono, oltre ad Emporion, Cantieri = percorsi di reinserimento lavorativo dedicati a persone (40/60 anni) fuoriuscite dal mercato del lavoro; le attività professionalizzanti saranno destinate al recupero e alla manutenzione del territorio e di terreni agricoli in disuso. Diffuso = il progetto +++ sarà inoltre diffuso sul territorio attraverso il lavoro dell’associazione Città Invisibili, con la collaborazione della cooperativa Il Granello.

COS’È EMPORION?
Emporion è un market di comunità, parte del progetto +++ Più Segni Positivi, dove trovano spazio prodotti e servizi. Ognuno può contribuire a “riempire” gli scaffali per rendere disponibili “valori”, di cui potersi servire nel momento della temporanea difficoltà. Emporion ospita anche situazioni formative e ludico-ricreative, attivate (co-costruite) sulla base di domande e risorse offerte dai partecipanti stessi.
Emporion vuole rispondere alle situazioni di temporanea difficoltà economica di singoli e famiglie residenti sul territorio dell’ambito di Sondrio, offrendo per un tempo stabilito (1+6 mesi) una tessera/spesa a punti, precaricata sulla base dei componenti il nucleo familiare.
Il market è in via del Lavoro 187 località Agneda - Montagna in Valtellina.

COME SI ACCEDE?
Per accedere ad Emporion si può presentare un modulo di richiesta (di accesso), che permette di verificare la presenza dei requisiti e di ottenere la tessera/spesa per il primo mese. La valutazione per l’accesso a Emporion sarà effettuata dall’Ufficio di Piano, in collaborazione con i partner di progetto.
Entro una settimana dalla presentazione della scheda verrà comunicata la possibilità di accesso (via mail o sms) e la data in cui sarà possibile ritirare la tessera a punti ed iniziare ad usufruire dei servizi di Emporion. Di norma, i servizi/beni offerti non sono utilizzabili da coloro che usufruiscono di analoghi servizi o prestazioni erogati da altri enti e/o associazioni.
Dopo il primo mese di accesso sarà possibile confermare la tessera per ulteriori 6 mesi, previo approfondimento della situazione dichiarata e presentazione dell’ISEE attuale, a conferma del permanere della condizione di temporanea difficoltà dichiarata.
Il numero di accessi ad Emporion è limitato e potrà essere prevista una lista d’attesa qualora i posti a disposizione siano in quel momento esauriti.

A CHI CHIEDO INFORMAZIONI?
Per informazioni consultare la pagina dedicata, nel sito
www.piusegnipositivi.org
oppure è possibile rivolgerci alcune domande, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonando al 0342/213355 (lun-ven ore 9/12).
Il modulo di richiesta di accesso è disponibile presso lo Sportello del Cittadino (Comune di Sondrio) e presso gli Uffici comunali di tutto l’ambito. E’ altresì disponibile sul sito o, direttamente, in Emporion (previa verifica giorni e orari di apertura sul sito).
La riconsegna può avvenire ove reperito il modulo stesso o spedendo la richiesta compilata e firmata, via fax (0342/526420).
                 vedi locandina                                                                      scarica modulo

 

buttare o non buttare

Creato 29 Gennaio 2016
Visite: 8

La nostra valle è un meraviglioso organismo che vive delle nostre vite e soffre dei nostri comportamenti. La valle siamo noi, e le nostre azioni sono importanti perché possono renderla rigogliosa o ferirla, trasformarla in un luogo ideale dove vivere o renderla inospitale e inabitabile: non possiamo fingere che il nostro presente e il futuro delle prossime generazioni non ci riguardino.
Uno dei problemi che va al cuore del vivere comune è proprio quello dei «rifiuti», e il legame contraddittorio tra incremento del benessere economico e aumento della produzione dei rifiuti genera anche maggiori sprechi, dunque danni all'ambiente in cui viviamo e all'economia che ci sostiene.
In Valmalenco esiste già un sistema di raccolta differenziata che smaltisce decorosamente i rifiuti che produciamo, ma questo non basta: se una comunità non si occupa dei rifiuti che produce, preferendo delegare ad altri in modo che il «problema» sia risolto lontano dai nostri occhi, significa che è una comunità poco attenta, che vive di un benessere solo apparente, che si muove in una direzione di sviluppo non sostenibile. Perché i rifiuti sono l’ultimo anello di una lunga catena di pratiche quotidiane e il primo comportamento virtuoso che possiamo adottare è quello di interrogarci sui beni che consumiamo e scartiamo, sulla loro reale necessità, sull'impatto che il loro smaltimento comporta sull'ambiente in cui viviamo e sull'economia di cui viviamo.
Di questo parleremo la sera del 5 febbraio 2016, alle 20:30, a Lanzada. Ne parleremo tra di noi, che siamo i diretti interessati, e con persone «normali» che, a vario titolo, conoscono bene e hanno già affrontato questo percorso.
La presenza di ognuno di noi alla serata sarà importante, dunque, perché solo partecipando potremo tutti contribuire a identificare le corrette soluzioni e discuterle senza preconcetti.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------


Lanzada, venerdì 5 febbraio 2016, ore 20:30, Sala Maria Ausiliatrice

Incontro-dibattito aperto a tutti

BUTTARE O NON BUTTARE
C’È UNA COSA DA IMPARARE
Comunità unite da un obiettivo condiviso:
La Valmalenco verso una nuova gestione dei rifiuti

Organizzato da:
Associazione ErreQuadro
Unione dei Comuni Lombarda della Valmalenco
Unione dei Comuni di Spriana e di Torre di Santa Maria

Ne parleremo con:

Don Andrea Del Giorgio, sacerdote
«Caro san Cristoforo… ovvero quale mondo passeremo alla prossima generazione?»
Dalla cultura dello scarto ad una vita più umana, comunitaria, responsabile.

Giorgia Cozza, giornalista
«Meno oggetti, più affetti»
Le vere esigenze dei nostri bimbi non si possono comprare

Francesca Alessi, insegnante
«Riusalo tu che a me non serve più»
Un’iniziativa della Scuola Secondaria di Ponte in Valtellina nell’ambito della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

Roberto Fiorendi, artigiano
«Verso la tariffa puntuale»
L’esempio di Boltiere, Bergamo

Fernando Negrini, consigliere comunale
«Cos'è stato fatto e cosa si potrà fare in Valmalenco per migliorare la raccolta, la gestione e lo smaltimento dei rifiuti»
vedi locandina


 

 

furti in abitazioni

Creato 20 Gennaio 2016
Visite: 15

CONTRASTO AL FENOMENO DEI FURTI IN ABITAZIONE
Informativa della Questura di Sondrio con alcuni consigli per rendere l'abitazione più sicura.
vedi locandina